Condividi

Cessione di fabbricato (cdt. "antiterrorismo" o "antimafia")

Obbligo della comunicazione

L'obbligo di comunicazione di cessione fabbricato sussiste nei seguenti casi:
  • nel caso di ospitalità di un cittadino italiano o comunitario per un tempo superiore a 30 giorni (comodato d'uso gratuito con accordo verbale).
  • quando la compravendita o la locazione sia relativa ad immobili ad uso commerciale, artigianale o industriale
  • quando la compravendita, la locazione o il comodato d'uso riguardi un cittadino extracomunitario maggiorenne, anche se legato da vincoli di parentela o affinità con il cedente (art. 7 D.lgs 286/1998) entro le 48 ore dall' arrivo nel Comune.
Nei suddetti casi, chiunque ceda la proprietà o il godimento, o a qualunque altro titolo consenta, per un tempo superiore ad un mese, l'uso esclusivo di un fabbricato o di una parte di esso, ha l'obbligo di comunicare all'autorità locale di pubblica sicurezza, entro 48 ore dalla consegna dell'immobile (o delle chiavi), la sua esatta ubicazione, nonché le generalità dell'acquirente, del conduttore o della persona che assume la disponibilità del bene e gli estremi del documento di identità o di riconoscimento.
(Nota bene: il permesso di soggiorno NON è documento di riconoscimento). 

La comunicazione di cessione fabbricato, oltre alla consegna manuale presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico, puo' essere effettuata anche a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento, via fax o via PEC.
Ai fini dell'osservanza dei termini vale la data di invio dimostrata dal timbro postale, dalla ricevuta del fax o della ricevuta di consegna PEC (solo per invii da PEC a PEC).


ATTENZIONE: La comunicazione di cessione fabbricato NON è dovuta nei casi di:

- contratto di locazione o di comodato scritto soggetto a registrazione in termine fisso (art. 2 del decreto legge 20 giugno 2012, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 142 del 20 giugno 2012) 

- contratti portanti cessione della proprietà di beni immobili   (art. 5, comma 4, d.l. 13 maggio 2011, n. 70 secondo  il quale «per semplificare le procedure di trasferimento dei beni immobili, la registrazione dei contratti di trasferimento aventi ad oggetto immobili o comunque diritti immobiliari assorbe l'obbligo» della comunicazione in parola).

I presupposti sono:

- la regolare registrazione del contratto (di vendita, locazione o comodato)  presso l'Agenzia delle Entrate 
- che la cessione dell'immobile a titolo di vendita, locazione o comodato d'uso sia stata effettuata a cittadini italiani o comunitari.

Cosa occorre

Il cedente (proprietario dell'unità immobiliare o chi ne ha il godimento) deve compilare il modello di comunicazione (se la cessione è in favore di più persone, utilizzare il modello per 2 persone oppure compilare più modelli), indicando:

- i dati del cedente
- la data e le condizioni della cessione (locazione, comodato, ecc.)
- uso dell'unità immobiliare ceduta (abitazione, commerciale, ecc.)
- i dati del o dei cessionari, inclusi gli estremi dei relativi documenti di identità (anche se documenti stranieri)
- uso dell'unità immobiliare antecedente la cessione (abitazione, commerciale, ecc.)
- i dati dell'unità immobiliare oggetto della cessione (indirizzo, piano, eventuali numeri di scala e/o di interno, numero di vani e accessori, numero di ingressi)

Occorre inoltre allegare copia del documento di identità valido (anche straniero) del cessionario, se non è cittadino italiano (si ricorda che il permesso di soggiorno NON è un documento di identità o di riconoscimento) .

Il modulo deve essere firmato e datato dal cedente e da questi trasmesso al Comune di Malalbergo entro e non oltre 48 ore dalla data di cessione dichiarata.
Il modello può essere firmato dinanzi all'addetto URP che lo riceve, oppure può essere consegnato o trasmesso già firmato, purché corredato da copia di un documento di identità del cedente che ha reso la dichiarazione.


I cittadini potranno presentare la comunicazione nei seguenti modi:
1) direttamente all'URP del Comune negli orari di apertura al pubblico dello sportello:
 
Nella sede del Comune di Malalbergo, Piazza Unità d'Italia, 2
nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì, venerdì e sabato, ore 8.30 - 12.30,
e il giovedì, ore 14.30 - 17.45 (ore 8.30 - 12.30 dal 15 luglio al 31 agosto) 

Nella sede distaccata di Altedo, Via Nazionale, 100/C
nei giorni di martedì, giovedì e sabato, ore 8.45 – 12.30
2) mediante raccomandata A/R, indirizzata a: 

Comune di Malalbergo
Ufficio Protocollo
Piazza Unità d'Italia  2
40051 Malalbergo BO
3) a mezzo fax al numero 051/6620243
4) mediante posta elettronica inviando all'indirizzo PEC dei Servizi Demografici: 


L'invio di cui al punto 4 è consentito ad una delle seguenti condizioni:
a.  che la comunicazione sia sottoscritta con firma digitale;
b.  che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata (PEC) del dichiarante;
c.  che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del cedente siano acquisite mediante scanner e trasmesse indifferentemente tramite posta elettronica semplice oppure tramite PEC.

Sanzioni per mancata o tardiva comunicazione

Nel caso di mancata o tardiva presentazione si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 103 a € 1.549.
La violazione e' accertata dagli operatori di Polizia Municipale del Comune ove si trova l'immobile.
In caso di pagamento entro 60 giorni la sanzione è ridotta a € 206.
La sanzione e' applicata dal Sindaco ed i proventi sono devoluti al Comune.

Modulistica

La modulistica è disponibile in due formati, entrambi gratuiti: PDF e RTF
Cessione di fabbricato (Antiterrorismo)
Cessione di fabbricato per 2 persone
Anagrafica dell'Ente
Comune di Malalbergo
Piazza dell'Unità d'Italia 2
40051 Malalbergo (BO)
Tel. centralino 051.662.02.11
PEC: comune.malalbergo@cert.provincia.bo.it
Codice Fiscale: 80008310379
Partita IVA: 00701931206

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web.
XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Malalbergo.
Pubblicato nel febbraio 2017
Sito realizzato da Punto Triplo

Area riservata