Condividi

L'Asparago
La coltura più famosa di tutto il territorio comunale è l'asparago.
Nel 2003 ha ottenuto il marchio IGP (Identificazione Geografica Protetta), con la denominazione di ASPARAGO VERDE DI ALTEDO che può essere coltivato esclusivamente in 30 comuni della Provincia di Bologna e 26 della Provincia di Ferrara.
Già nel 1923 alcuni agricoltori iniziarono la coltivazione intensiva degli asparagi e dopo la seconda guerra mondiale l'ortaggio riprese a diffondersi.
Sono sorte importanti realtà cooperative per la promozione e la commercializzazione di questo ortaggio, del quale oggi si producono circa 40.000 q.li annui.
Le varietà più adatte sono la "precoce di Argentuil", "Eros","Diego","Franco".
Gli asparagi, in base al calibro, si classificano in asparagina, prima scelta ed asparago extra che, se certificato, può essere chiamato ASPARAGO VERDE DI ALTEDO I.G.P.
Dal 1970, a metà maggio, nel bel mezzo del più intenso periodo di raccolta, si svolge la Sagra dell'Asparago Verde di Altedo IGP, nell'ambito della quale spicca il Concorso nazionale di ricette a base di asparago, che annovera fra i vincitori anche chef di livello nazionale.

Il Biscotto del Re
Con la Delibera della Giunta Comunale n.70 del 13 giugno 2011, il “BISCOTTO DEL RE” è ufficialmente la prima De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine) del Comune di Malalbergo. La De.C.O. è il marchio di “prodotto tipico locale” per i prodotti che costituiscono una specialità esclusiva del territorio comunale.
La Storia del "biscotto del Re" inizia nel settembre 1918, ultimo anno di guerra (1915-1918), quando Altedo ricevette la visita del Re Vittorio Emanuele III.
Il Sovrano proveniente dal fronte, dopo una sosta a Molinella, arrivò ad Altedo alle ore 10,00; l'automobile, una Fiat color grigio –verde, fu parcheggiata di fianco al mulino, in attesa che il Sindaco Zeno Pezzoli scendesse.
Accompagnavano il Re: il Prefetto di Bologna Quaranta, il Questore, Ufficiali dei Carabinieri ed altre autorità.

La frutta
Buona parte del territorio produttivo delle nostre campagne è costituito da frutteti.
Particolare menzione merita la pera che per le varietà, William, Max Red Bartlett, Abate Fetel, Decana, Conference, Kaiser, Cascade e Passa Crassana, ha ottenuto il marchio IGP con la denominazione di “Pera dell'Emilia Romagna”

La patata
Altra pianta a larga coltivazione è senz'altro la patata. E' da sottolineare che la “patata bolognese”, varietà PRIMURA, è stata in questi ultimi decenni rivalutata, non soltanto a livello nazionale ma anche e soprattutto europeo. Infatti, nel marzo del 2010, è arrivato il via libera definitivo all'iscrizione nel registro europeo delle denominazioni d'origine e indicazioni geografiche protette della DOP Patata di Bologna.
width=
Anagrafica dell'Ente
Comune di Malalbergo
Piazza dell'Unità d'Italia 2
40051 Malalbergo (BO)
Tel. centralino 051.662.02.11
PEC: comune.malalbergo@cert.provincia.bo.it
Codice Fiscale: 80008310379
Partita IVA: 00701931206

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web.
XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Malalbergo.
Pubblicato nel febbraio 2017
Sito realizzato da Punto Triplo

Area riservata